0/?

Quanto è difficile, sempre più difficile, viaggiare in treno e basta. Sedersi, guardare fuori dal finestrino, aprire un libro, poi sentire la nausea, richiuderlo e continuare a guardare fuori dal finestrino. Nel mio zaino ci sono più caricabatterie che matite e mentre il treno supera Cassino io apro Google Maps e mi chiedo “ma che sono questi bei laghetti?”. È Cassino, mi risponde Maps, ma non sono laghetti, sono canali d’acqua, pieni d’acqua, straripati. Allora mi è venuto in mente quel giorno di vent’anni fa, quando con nonna siamo andate in giro per campi a seminare chicchi di riso dalla busta del risotto, che io insistevo «vedrai che cresce». Aveva piovuto per dieci giorni di seguito in Friuli, dovevamo pur fare qualcosa per sgranchirci le gambe. 

IMG_20191124_071452.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...