CONTINENTE

Si può fare

Ma io ho programmato un intero trasloco lavorativo a Roma, non è che ora mi si può far saltare tutto così, come se non avessi mai comprato una valigia nuova, le lenzuola, lavato il cappotto, le coperte, impacchettato i maglioni, le felpe e le sciarpe, rimesso in ordine la mia stanza, la scrivania, i portapenne, trovato tutti i caricatori di computer, macchina fotografica, tablet, spazzolino elettrico, come se non fossero mai esistite tutte le ore passate davanti allo schermo a scorrere annunci di stanze sulla Tiburtina, a Centocelle, a Spinaceto e monolocali chiamati tali solo per la presenza di un fornello elettrico e l’assenza di coinquilini. Cos’è che non si può fare, un trasloco senza che sia per forza lavorativo? Via via, che se qui al nord oggi sembra tarda primavera, non immagino a Roma. Ci saranno i ciliegi in fiore. Qualcuno dovrà pur raccoglierle prima o poi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...